Il Black Friday è qui! Prendere 30% di sconto su tutti i caschi tutto il fine settimana.

Buone vacanze! Per ulteriori informazioni sulle scadenze di spedizione e sulle promozioni stagionali, consulta il nostro Domande frequenti sulle vacanze.

Thousand per tutti: festeggiamo le strade aperte

13 maggio 2022

Thousand per tutti: festeggiamo le strade aperte

Dall'andare in bicicletta lungo i sentieri del fiume vicino alla sua casa d'infanzia all'organizzazione del più grande evento di strade aperte negli United States , l'amore di Romel Pascual per il ciclismo e per le città dura da una vita. Oggi è a voce vitale nella città di Los Angeles che sostiene la mobilità urbana e l'accessibilità come direttore esecutivo di CicLAvia. Abbiamo trascorso a fredda mattinata nell'Arts District con Romel per saperne di più sulla sua ricca carriera nella pianificazione urbana e nella difesa dell'ambiente, nonché su come la sua organizzazione no profit stia infondendo speranza durante a pandemia globale.


Romel indossa il nostro casco della Chapter Collection in Club Navy. Acquista il suo look..

THOUSAND : Raccontaci us te.            

Romel PascualSono un urbanista di formazione e sono stato affascinato dalle città e dagli spazi urbani da quando ho memoria. io ride lungo i sentieri fluviali in cemento vicino a casa mia, navigando con attenzione lungo la base inclinata del fiume in cemento. Passavo davanti a case, vedevo aree industriali e vedevo cavalli nei cortili delle persone. Poi a un certo punto sarei tornato a casa. 

Oggi continuo a rimanere attivo, che è a parte molto importante della mia vita quotidiana. Che si tratti di andare in bicicletta, giocare a tennis (che ho iniziato a giocare a 7 anni, ed era qualcosa che facevo a livello agonistico) o semplicemente allenarmi, essere attivo mi mantiene in equilibrio.

Quando guardo indietro, ha senso che abbia intrapreso il percorso di carriera che ho fatto. Ho trascorso la maggior parte della mia carriera nei settori della giustizia ambientale e della sostenibilità. Il mio primo lavoro a tempo pieno è stato lavorare presso un'organizzazione per la giustizia ambientale nella Bay Area, svolgendo attività di organizzazione e difesa della comunità. Si trattava di costruire una leadership basata sulla comunità e di essere parte del processo decisionale su questioni che riguardano le comunità. 

Più di recente, prima di entrare in CicLAvia, ho ricoperto il ruolo di vicesindaco per l'energia e l'ambiente di Los Angeles sotto l'amministrazione di Villaraigosa e, prima ancora, ho lavorato a livello statale e federale, servendo come primo assistente segretario per la giustizia ambientale della California e presso il livello nazionale, guidando il programma di giustizia ambientale della regione EPA 9. 

T: Quando e perché sei entrato in CicLAvia?

PR: Sono venuto a conoscenza di CicLAvia nel 2009 quando a gruppo di quelli che sarebbero stati i fondatori di CicLAvia è venuto a incontrare me ei miei colleghi mentre ero nell'ufficio del sindaco. Il gruppo comprendeva alcune persone che avevano sperimentato la Ciclovia a Bogotà, in Colombia , e avevano avuto la meravigliosa visione di portare le strade senza auto a Los Angeles. 

Il gruppo si stava già incontrando e pianificando da diversi mesi e, come molte cose sulla chiusura di strade a Los Angeles, è necessario un certo livello di collaborazione con la città. E per farla breve, noi ( a ufficio del sindaco) abbiamo detto sì alla partnership e alla collaborazione con CicLAvia per portare la prima CicLAvia a Los Angeles il 10/10/10. In qualità di vicesindaco, sono stato sostenitore e leader in municipio per la realizzazione di CicLAvia.   

Ad essere onesti, dato che questo sarebbe stato il primo evento di strade aperte senza auto a Los Angeles, non sapevo cosa aspettarmi al primo CicLAvia il 10/10/10. Sapevo che così tante persone, sia in CicLAvia che nei dipartimenti della città, hanno lavorato molto duramente fino al 10/10/10. 

Ma quella mattina di ottobre accadde qualcosa di davvero straordinario. Sulle quasi otto miglia di strade senza auto, puoi sentire e ascoltare la città in modi che non ho sperimentato. Hai visto 100.000 sorrisi, hai ascoltato conversazioni gioiose e molte persone che ridevano, hai sentito "ciao" e " a va" e "che giornata fantastica". Per la prima volta eri fisicamente consapevole di essere nel mezzo delle strade principali e di vivere la città in modi diversi. Sembrava che la nostra immaginazione si aprisse - sulle possibilità di come interagiamo con i nostri ambienti costruiti e sociali. 

A anno dopo, dopo il mio incarico di Vicesindaco, sono entrato nel consiglio direttivo e successivamente sono diventato Direttore Esecutivo di CicLAvia. 

Ciclavia vuole connettere le persone nella comunità e celebrare la diversità che rende la nostra città a luogo speciale. Si tratta di creare un'appartenenza su larga scala in a modo sicuro, attivo e fantasiosoÈ a nuova narrativa incentrata sulle persone che amplifica la cultura nelle nostre comunità e quartieri, ed è dove le persone sono felici di essere nel traffico per le strade di Los Angeles perché lo sono utilizzando mezzi di trasporto alimentati da persone (biciclette, skateboard, pattini, passeggini, sedie a rotelle ea piedi).  




T: In che modo la nostra comunità può supportare CicLAvia?           

PR: CicLAvia è a senza scopo di lucro e siamo in grado di fare ciò che facciamo grazie al supporto e ai contributi della città, della metropolitana, dei singoli donatori, delle fondazioni e degli sponsor. Per produrre a a sono necessarie molte risorse, sia finanziarie che umane. 

Abbiamo il personale, il consiglio e i volontari migliori che un'organizzazione possa desiderare. Lavoriamo duramente e a lungo per produrre più eventi CicLAvia in a anno solare. Siamo così fortunati ad avere il supporto della comunità in ciascuno di essi CicLAvia quando vediamo decine di migliaia di persone – di ogni ceto sociale – divertirsi e connettersi tra loro. 

Incoraggiamo le persone a portare i loro amici e familiari alla prossima CicLAvia, soprattutto se non ne hanno mai provata una prima. E invitiamo le persone che amano e supportano CicLAvia a diventare sostenitori mensili di CicLAvia. Può essere anche il prezzo di a tazza di caffè al mese.


T: Quale pensi sia il futuro della mobilità urbana?

PR: LA è a città molto innovativa, dove stiamo vedendo sempre più risorse e infrastrutture costruite per supportare la mobilità multimodale. Tuttavia, continuiamo a essere definiti dall'autovettura singola, e lo vediamo ogni giorno mentre ci sediamo nel traffico. 

Ma negli ultimi dieci anni circa, abbiamo visto crescere l'appetito per più scelte su come spostarci. Abbiamo superato le misure M e R per migliorare notevolmente il nostro sistema di trasporto pubblico nei prossimi anni; abbiamo visto creare più piste ciclabili (anche se abbiamo bisogno di molto di più); e abbiamo visto la crescita della micro-mobilità. 

C'è a base che viene gettata per a cambio di modalità. Credo che ci arriveremo con a modo più fluido di spostarci nella nostra città con più scelte a us disposizione. Dobbiamo solo essere aperti a usarli. E dobbiamo trovare modi per garantire che quando usiamo le nostre strade per cose diverse dalle auto, dobbiamo sentirci al sicuro nel farlo. 

Mentre molti potrebbero pensare che l'identità di trasporto della nostra città sia esclusivamente l'automobile, credo, ogni volta che partecipo a CicLAvia o cammino/bicicletta nelle nostre vivaci e diverse comunità, il nostro ritmo di mobilità è in continua evoluzione.

 Più scelte offriamo, più opportunità di cambiamento di comportamento incoraggiamo, meno diventiamo dipendenti dall'automobile per passeggeri singoli come principale mezzo di trasporto.  

T: Come è cambiata CicLAvia in a mondo “post-pandemia”?   

PR:Dopo aver terminato la CicLAvia di febbraio 2020 a South LA, il mondo è cambiato e abbiamo dovuto prendere a decisione di posticipare la CicLAvia di aprile 2020 a causa della pandemia. E non siamo tornati a terra fino ad agosto 2021 con CicLAvia a Wilmington. Sono trascorsi circa 18 mesi tra gli eventi, il più lungo intervallo tra gli eventi che abbiamo mai avuto da quando abbiamo iniziato nel 2010.    

La pandemia us ha reso ancora più dedicati alla crescita di CicLAvia in a mondo post-pandemia.

Alla fine dell'estate 2021, quando la pandemia ha cominciato a calare, gli Angelenos erano ansiosi di tornare ad alcune delle attività e delle routine piacevoli che avevano perso nell'ultimo anno, pur mantenendo i benefici collaterali che la pandemia ha portato come strade più lente e aria più pulita. CicLAvia era in a posizione straordinaria per offrire speranza e infondere fiducia sociale e ridare conforto alla comunità quando siamo usciti dalla pandemia. 

        

T: Come pensi che la pandemia abbia influenzato il futuro delle città e delle comunità?    

 PR: La pandemia è stata (ed è) difficile per tutti us . Era abbondantemente chiaro che non tutte le comunità lo vivevano allo stesso modo e che molte delle nostre comunità di colore a basso reddito avevano a impatto più sproporzionato, in particolare dal punto di vista economico. 

 All'inizio del periodo di blocco della pandemia, c'erano articoli di notizie su quanto fosse più pulita l'aria perché meno persone guidavano. C'erano articoli sul "boom delle biciclette", il che significava che più persone che mai acquistavano biciclette e le biciclette erano esaurite in molti negozi. Abbiamo visto più persone camminare nei loro quartieri, più persone andare in bicicletta, più persone godersi la vita all'aria aperta. Abbiamo visto un aumento dell'attenzione alla salute mentale e al benessere. Abbiamo visto cenare all'aperto diventare a culinaria praticabile e desiderata. 

Molte delle cose che ho appena citato, per me, hanno a filo conduttore comune: la connessione con il nostro ambiente urbano. Spero che alcuni degli aspetti positivi di ciò che abbiamo fatto durante la pandemia continuino anche dopo la pandemia.  

T:Come immagini che sia a Los Angeles senza auto? 

PR: Come possiamo arrivare a quel futuro prima piuttosto che dopo? In futuro, iosono fiducioso che avremo a città con a sistema di strade senza auto e che qualche strincisioni di alcune delle nostre strade più iconichevieni senza auto... Non semplicemente perché non vogliamo auto su di loro, ma perché le strade senza auto sono praticabili per le nostre necessità quotidiane quanto le strade che usiamo oggi per le auto. Per una certa prospettiva, quando provi CicLAvia, ci vogliono circa 20 minuti per percorrere un percorso di otto miglia in bicicletta (a a ritmo casuale). Immagino che in a giorno feriale intenso, percorrere lo stesso a in macchina sarebbe molto più lungo.

T: CicLAvia è il più grande evento di strade aperte negli Stati US . Cosa pensi che ci sia nello specifico di CicLAvia che lo rende speciale?

PR:Penso che tutti gli eventi di strade aperte che si svolgono in tutto il mondo siano speciali: Bogotà ha iniziato tutto e centinaia di città in tutto il mondo lo hanno seguito. 

La storia e l'esperienza di CicLAvia, per me, è a storia su ciò che rende LA a luogo così speciale e dinamico. Siamo una delle città più diverse al mondo. Siamo a città con più di 120 quartieri distinti come Wilmington, South LA, Silverlake, Pacoima, Venice, Mid City, Hollywood, Chinatown, Arts District, ecc. Cosa CicLAvioha fatto è costruiredtha esperienza in giroquartieri e celebrare la diversità della nostra gente e della nostra cultura. Stiamo tutti vivendo la stessa cosa... insieme! Non importa chi sei o da dove vieni... l'esperienza CicLAvia riguarda la connessione collettiva con il nostro costruito e socialel ambiente. 


Acquista lo stile di Romel e prendi a Elmetto del Club Navy Chapter insieme a Visiera a guscio di tartaruga.


T: Qual è il tuo CicLAvia rou preferitote

RPSono stato a tutti gli eventi di strade aperte di CicLAvia sin dall'inizio. Tutti e 38, ed è difficile scegliere apreferito perché ognuno è speciale per me. Ma il primissimo CicLAva il 10/10/10 ha dimostrato le possibilità di ciò che può essere CicLAvia... quindi forse sarebbe il più memorabile per me.

T: Quali sono le prospettive per te e per CicLAvia? 

PR:Vedo che il futuro di a sarà luminoso. Produrremo più eventi per anno solare che mai - nuove rotte e anche alcune delle vecchie rotte. CicLAvia, per me, è così importante, soprattutto mentre usciamo dalla pandemia, perché è a spazio e un luogo in cui ci riconnettiamo gli uni con gli altri a persone e a comunità.


Rimani in contatto